Decreto sicurezza bis, Ferrero: “Salvini peggiora le leggi del fascismo”

COMUNICATO STAMPA

DECRETO SICUREZZA BIS – FERRERO (LA SINISTRA): “SALVINI PEGGIORA LE LEGGI DEL FASCISMO. PER TUTTI, ITALIANI E MIGRANTI CON UN DECRETO ANTICOSTITUZIONALE”.

Paolo Ferrero, La Sinistra, dichiara:

“Vi ricordate il film fragole e sangue nel quale gli studenti seduti in terra vengono portati via dalla polizia facendo resistenza passiva? Con il Decreto sicurezza Bis quella resistenza passiva sarà punibile fino ad un anno di galera. Qualsiasi lotta dei lavoratori che banalmente escano da una fabbrica o da un ufficio per bloccare la strada potrà finire con la galera per i manifestanti in quanto anche la “resistenza passiva” verrà punita a prescindere dalla “particolare tenuità del fatto”.

Inoltre all’articolo 5 il decreto prevede un anno di galera “Nel caso di riunioni non preavvisate o autorizzate…”. Riunioni autorizzate o preavvisate? Siamo letteralmente allo stato di polizia che peggiora la normativa varata dal fascismo nel 1931.

Si tratta concretamente di un decreto fascista, anticostituzionale, contro i migranti come contro gli italiani e le italiane che – come hanno fatto dal 1945 in avanti – cerchino, lottando, di far rispettare i propri diritti.

Salvini tratta la Costituzione italiana come carta straccia, bisogna estendere la lotta contro questo ministro fascista”.

11 maggio 2019

PRIVACY



Sostieni il Partito con una

o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.