Verona, Acerbo: «Siamo al Medioevo. Il Comune ritiri mozione anacronostica, che lede i diritti delle donne. Pd indecente»

Verona, Acerbo: «Siamo al Medioevo. Il Comune ritiri mozione anacronostica, che lede i diritti delle donne. Pd indecente»

COMUNICATO STAMPA

VERONA – ACERBO (PRC): «SIAMO AL MEDIOEVO. IL COMUNE RITIRI QUELLA MOZIONE ANACRONISTICA, CHE LEDE I DIRITTI DELLE DONNE. PD INDECENTE»

«La mozione approvata a Verona è un insulto al movimento femminista, alle battaglie e alle conquiste che le donne hanno portato avanti in questo Paese – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – . Il Comune ritiri quella mozione anacronistica e rispetti i diritti e l’autodeterminazione delle donne. Il Pd che si spacca anche su queste questioni, con la capogruppo che vota a favore e altri esponenti che la “disconoscono”, è indecente e dimostra di aver perso ogni connotazione di sinistra.
Saremo al fianco di chiunque a Verona si opporrà a questa mozione, in una città che sembra ormai un’avanguardia di pericolosi retaggi del passato».

5 ottobre 2018

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID