Omofobia, aggressione Verona, Acerbo: Segno di una escalation alimentata da chi governa

Omofobia, aggressione Verona, Acerbo: Segno di una escalation alimentata da chi governa

COMUNICATO STAMPA

OMOFOBIA – ACERBO (PRC): «AGGRESSIONE VERONA SEGNO DI UNA ESCALATION ALIMENTATA DA CHI GOVERNA»

«L’aggressione nazista e omofoba accaduta a Verona è purtroppo il segno di una escalation di odio e violenza che viene alimentata da chi governa e di una  riabilitazione della destra estrema, del razzismo e del fascismo che conta molti responsabili tra cui sicuramente il ministro degli interni Salvini.
I responsabili di questi atti sono le truppe d’assalto di uno schieramento di destra che fa dell’omofobia come della xenofobia le proprie bandiere.
Anche per questo caso il ministro degli Interni ha ritenuto di non fare tweet di condanna e non ci stupiamo.
In Italia l’emergenza non è l’immigrazione ma il riemergere di razzismo, omofobia e fascismo.  Chi lo nega è complice. Chi lo alimenta è corresponsabile.
Verona non è nuova a questi vergognosi episodi con conseguenze anche più tragiche. Nella ricca Verona c’è una subcultura fascista e squadrista che  Lega, destra e alleati del Pd hanno coperto. Non ci può essere in un paese democratico nessuna tolleranza verso gruppi neonazisti e neofascisti. Poco tempo fa è stato un convegno universitario per non irritare neofascisti omofobi.
Massima solidarietà a Angelo e Andrea, massimo disprezzo per questi miserabili vigliacchi».

14 settembre 2018

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID