Migranti, Prc: «Il vero trafficante si chiama Matteo Salvini»

Migranti, Prc: «Il vero trafficante si chiama Matteo Salvini»

COMUNICATO STAMPA
 
Migranti, Prc: «Il vero trafficante si chiama Matteo Salvini»
«Quanto accaduto ieri a largo di Tripoli, quando una nave di supporto alle piattaforme petrolifere italiane ha intercettato e riportato in Libia 108 migranti in fuga è un vero e proprio crimine internazionale – dichiara Stefano Galieni, responsabile Immigrazione di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea -. Coloro che torneranno in quelle galere in cui si tortura e si violenta saranno costretti, sotto ricatto, a pagare ancora per la propria libertà e pagare ancora per ritentare di partire verso l’Europa. Gli interessi delle compagnie petrolifere e quelli del ministro della paura coincidono, a pagarne le conseguenze saranno 108 innocenti e, ce lo auguriamo, lo stesso governo italiano verso cui si aprirà una nuova e ben più grave procedura di infrazione, da parte della Corte europea per i diritti umani. Rifondazione Comunista nel denunciare la commistione fra affari e governo, chiede che si ripristini il diritto internazionale rimuovendo un ministro indegno di ricoprire tale carica e che per la propria propaganda causerà ulteriori danni agli italiani che dichiara pomposamente di difendere».

31 luglio 2018

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID