Ventimiglia città aperta, adesione della Rete delle Città in comune alla manifestazione del 14 luglio

Ventimiglia città aperta, adesione della Rete delle Città in comune alla manifestazione del 14 luglio

Adesione e partecipazione il 14 luglio alla manifestazione “Ventimiglia Città Aperta”. Contro ogni razzismo e per un Europa diversa.

La Rete della città in comune aderisce alla manifestazione “Ventimiglia città aperta” che si terrà nella città ligure il prossimo 14 luglio. Una città divenuta, suo malgrado, simbolo del fallimento dell’accoglienza istituzionale.
La mobilitazione si svolgerà su uno dei confini interni più controversi d’Europa, per denunciare la brutalità delle politiche nazionali ed internazionali di governo delle migrazioni. Ma anche per rivendicare la necessità di un permesso di soggiorno europeo, il diritto alla mobilità e per ripensare l’attuale sistema della cosiddetta “accoglienza”. Una mobilitazione contro la tratta e le violenze di genere, contro lo sfruttamento delle persone migranti, per la loro libertà e autodeterminazione.
Come donne e uomini della Rete della città in comune parteciparemo anche per sostenere le forme di solidarietà di associazioni e singoli, sempre più colpite (oltre alle politiche nazionali basti pensare al divieto, proprio a Ventimiglia, di dare cibo ai migranti… come se fossero animali in uno zoo), per contrastare l’imbarbarimento della nostra società che vede quotidianamente episodi sempre più inquietanti e preoccupanti, non ultimo il cane aizzato contro un venditore ambulante su una spiaggia ligure.
Tra i nostri punti programmatici, elaborati lo scorso 7 aprile a Firenze, vi era costituzione nei territori di osservatori sul “razzismo istituzionale” (cioè su effettiva fruizione degli accessi ai servizi, alla piena residenza dei migranti, ecc…) anche per questo parteciperemo alla giornata di mobilitazione lanciata da Progetto20k.

Rete delle Città in Comune

http://www.lecittaincomune.it/



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID