ONG – Liberata la Open Arms, Prc: «Buona notizia. Dissequestro suona come condanna per politicanti italiani e europei»

ONG – Liberata la Open Arms, Prc: «Buona notizia. Dissequestro suona come condanna per politicanti italiani e europei»

Maurizio Acerbo e Stefano Galieni, segretario nazionale e responsabile Immigrazione di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiarano:

«Il Gip di Ragusa ha disposto il dissequestro della nave dell’Ong Proactiva Open Arms, bloccata in porto dopo che i suoi operatori erano stati accusati di associazione a delinquere per aver salvato, in mare, rischiando il fuoco delle pattuglie libiche, 218 persone. Una piccola ma importante buona notizia che non ci deve però far illudere. Il tentativo, fallito, della procura di Catania di appropriarsi dell’inchiesta, fa il paio con le dichiarazioni velenose degli esponenti della Lega e il silenzio di gran parte delle altre forze politiche. Il Pd, che della strategia dei respingimenti e dell’istituzione del reato di solidarietà è stato artefice con il lavoro di Minniti, oggi è silente. Le motivazioni del dissequestro rappresentano una condanna del cinismo assassino della politica italiana, dal PD al centrodestra, fino al M5S, che ha condotto una campagna demagogica di criminalizzazione delle ong spalleggiando il pm Zuccaro. Se “La Libia non e’ ancora in grado di riaccogliere i migranti soccorsi in mare nel rispetto dei loro diritti fondamentali” chi li rimanda in Libia è responsabile della violazione dei diritti umani. Che lo faccia per raccattare o non perdere voti è ancor più grave. Rifondazione Comunista si augura che le navi che hanno permesso il soccorso di migliaia di persone possano continuare ad operare, visto che le istituzioni europee hanno deciso che chi prova a fuggire non debba avere alcuna speranza».

16 aprile 2018



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID