Treno deragliato, Acerbo e Gatti: «Potenziare trasporto pubblico»

Treno deragliato, Acerbo e Gatti: «Potenziare trasporto pubblico»

«Nell’esprimere il nostro cordoglio per le vittime di quanto accaduto a Pioltello – ha dichiarato Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, esponente di Potere al popolo – non possiamo tacere la nostra indignazione verso i responsabili politici della tragedia. È ipocrita dire come fa il sindaco di Milano di non fare polemiche. Il problema del trasporto pubblico è purtroppo sotto gli occhi di tutti: in questo Paese si spendono miliardi per la Tav in Val di Susa mentre pendolari viaggiano in situazioni da terzo mondo. Centrodestra e centrosinistra portano la responsabilità dei tagli, della privatizzazione, del mancato ammodernamento, della mancata manutenzione. Se Salvini avesse dedicato un millesimo del tempo che dedica alla guerra fra poveri al problema dei trasporti su quella linea sarebbe stata garantita la sicurezza. Dal governo lombardo a quelli nazionali degli ultimi anni, è lungo l’elenco di quelli che dovrebbero solo tacere. Non si può assistere passivamente a queste stragi. È ora di chiamare assassini quelli che stanno facendo a pezzi questo paese. Il “cedimento strutturale” che ha probabilmente causato morti e feriti è il prodotto delle politiche che da anni penalizzano linee per pendolari con scelte che obbediscono alla logica del profitto e non a quella di un servizio pubblico».

Dichiarazione di Massimo Gatti – candidato Presidente della Regione Lombardia alle elezioni del 04 marzo 2018 per la lista “SINISTRA PER LA LOMBARDIA” in merito alla tragedia ferroviaria avvenuta oggi a Pioltello.

«Il primo pensiero va alle vittime e ai feriti di questa assurda tragedia e ai loro cari, a cui va il mio più sincero cordoglio. Morire sul lavoro, morire per andare a scuola o al lavoro: quanto sta accadendo a Milano in questi giorni non è più tollerabile.

Oggi è il giorno del silenzio, del cordoglio e dei soccorsi, ma è urgente fare chiarezza su quanto accaduto e sugli incidenti avvenuti in precedenza, per impedire nuove tragedie.

Da tempo ho chiesto in ogni sede, anche con precisi atti amministrativi, investimenti per la sicurezza e il potenziamento del trasporto pubblico, in particolare su ferro. Investimenti troppo spesso dirottati su opere inutili e dannose.

Si eviti ora il triste spettacolo dello scaricabarile delle responsabilità e si rendiconti invece ciò che è stato fatto per garantire sicurezza e decoro ai cittadini, ai lavoratori, agli studenti, che ogni giorno utilizzano un servizio pubblico essenziale».

Questa la dichiarazione di Massimo Gatti, candidato alla presidenza della Regione per Sinistra per la Lombardia, dopo la tragedia ferroviaria di Pioltello di questa mattina.

25 gennaio 2018

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID