G8, Acerbo: “Gente che ha infangato la divisa e la democrazia meriterebbe di non fare più quel lavoro, altro che promozioni o nuove mansioni”

G8, Acerbo: “Gente che ha infangato la divisa e la democrazia meriterebbe di non fare più quel lavoro, altro che promozioni o nuove mansioni”

COMUNICATO STAMPA

G8 – ACERBO (PRC): “GENTE CHE HA INFANGATO LA DIVISA E LA DEMOCRAZIA MERITEREBBE DI NON FARE PIU’ QUEL LAVORO, ALTRO CHE PROMOZIONI O NUOVE MANSIONI”

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

“Il Dipartimento della Pubblica sicurezza che “rassicura” sul fatto che non è stata attribuita nessuna promozione ai funzionari coinvolti nella gestione del G8 di Genova è paradossale. Noi che a Genova c’eravamo e non dimentichiamo la mattanza cilena, la morte di Carlo Giuliani, i depistaggi, pensiamo che le persone che hanno infangato la divisa e la democrazia non dovrebbero più essere nei ranghi della polizia. Pensiamo che ancora mancano le parole verità e giustizia per i fatti del 2001 e che della catena di comando ancora mancano le responsabilità”.

27 dicembre 2017


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID