A Salvini piace il jobs act, contro i lavoratori, come il Pd

A Salvini piace il jobs act, contro i lavoratori, come il Pd

di Maurizio Acerbo -
Non ci stupisce l’impegno di Salvini a non modificare Jobs Act. Come l’altro Matteo anche Salvini sta dalla parte della Confindustria e del neoliberismo.
Questo propagandista dell’odio razziale e della xenofobia è servito, come tutte le destre in Europa, a distrarre la popolazione dai problemi reali. Ed è per questo che godono di tanto spazio. I dati dicono chiaramente che con il Jobs Act assistiamo al record di contratti precari della durata media di tre mesi. Renzi o Salvini, il futuro per milioni di giovani è quello di essere lavoratori sottopagati, senza garanzie e diritti. Salvini è contro i lavoratori come Renzi. Se centrodestra e centrosinistra da 25 anni fanno “riforme” a favore dei più ricchi e potenti è ora che le classi popolari si difendano. Per questo stiamo promuovendo la lista “Potere al popolo”, la lista di chi schifa Salvini e Renzi. La lista di chi era in piazza a protestare contro il Jobs Act.


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID