Savoia, Acerbo: «Grasso sbaglia di grosso. Nessuna compassione verso chi ha causato centinaia di migliaia di morti»

Savoia, Acerbo: «Grasso sbaglia di grosso. Nessuna compassione verso chi ha causato centinaia di migliaia di morti»

COMUNICATO STAMPA

SAVOIA – ACERBO (PRC): «GRASSO SBAGLIA DI GROSSO: NESSUNA COMPASSIONE VERSO CHI HA CAUSATO CENTINAIA DI MIGLIAIA  DI MORTI.

SOLO RIFONDAZIONE VOTO’ PER MANTENERE DIVIETO NELLA COSTITUZIONE»

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

«Ma quale compassione? Noi non proviamo nessuna umana compassione, al contrario di quanto dichiarato da Grasso, nè pensiamo che ci debba essere alcun onore e nemmeno nessun onere per la collettività quando si parla della Casa Savoia, che rifilò all’Italia due guerre mondiali, 20 anni di dittatura fascista, crimini coloniali, leggi razziali. La compassione la proviamo per le vittime dei Savoia e del fascismo.

Va ricordato che solo Rifondazione Comunista e i Comunisti italiani votarono contro l’abrogazione dei primi due commi della XIII disposizione transitoria e finale della Costituzione avvenuta nel 2002 con i voti di centrodestra e centrosinistra. I due commi recitavano: “I membri e i discendenti di Casa Savoia non sono elettori e non possono ricoprire uffici pubblici né cariche elettive. Agli ex re di Casa Savoia, alle loro consorti e ai loro discendenti maschi sono vietati l’ingresso e il soggiorno nel territorio nazionale”. Questi commi non avevano nulla di disumano perchè richiedevano ai Savoia di rinunciare a pretese dinastiche per rientrare in Italia.
Furono aboliti nel clima di revisionismo storico e di svuotamento della Costituzione tipico della seconda repubblica. Ora ci tocca pure pagare i viaggi!»

18 dicembre 2017

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID