Sciopero Ikea del 15 dicembre, Rifondazione comunista è con le lavoratrici e i lavoratori

Sciopero Ikea del 15 dicembre, Rifondazione comunista è con le lavoratrici e i lavoratori

Sciopero Ikea del 15 dicembre, Rifondazione comunista è con le lavoratrici e i lavoratori

Maurizio Acerbo ed Enrico Flamini, segretario nazionale e responsabile Lavoro di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiarano:

Rifondazione comunista sostiene lo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori Ikea previsto per il prossimo 15 dicembre con presidi che si terranno ad Anagnina (Roma), a Collegno (TO) e a Roncadelle (BS). Lo sciopero indetto dal sindacato CUB è sacrosanto. Ikea nelle ultime settimane sta mostrando il suo vero volto: le lavoratrici e i lavoratori che non rispondono agli “standard” da algoritmo della multinazionale sono stati colpiti da una sorta di escalation di licenziamenti che, però, i tribunali di Milano e Monza hanno considerato illegittimi. I governi liberisti degli ultimi anni a questo hanno ridotto il mondo del lavoro italiano. Siamo tutte e tutti licenziabili. Le lavoratrici e i lavoratori sono sotto ricatto, non possono più stare male o avere limitazioni lavorative. Servono la mobilitazione e la lotta, noi ci siamo e ci saremo. Nello stesso tempo lavoriamo anche per un fronte politico unitario per ricostruire un’alternativa popolare e di sinistra che ridia valore e dignità al lavoro. 

ikea sciopero


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID