Piazza Fontana, Acerbo: «La strage di Stato dovrebbe essere ricordata in tutte le scuole»

Piazza Fontana, Acerbo: «La strage di Stato dovrebbe essere ricordata in tutte le scuole»

COMUNICATO STAMPA

PIAZZA FONTANA – ACERBO (PRC): «LA STRAGE DI STATO DOVREBBE ESSERE RICORDATA IN TUTTE LE SCUOLE»

«Oggi si celebra il 48^ anniversario della strage di piazza Fontana. E’ desolante quanto sia scarsa e confusa tra i giovani la memoria di quel periodo – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – , come testimonia il servizio di Repubblica all’università di Milano. Quella strage segnò l’inizio della strategia della tensione che seminò per anni morti in tutto il paese per mano di fascisti, apparati dello Stato e americani. Fu la risposta al biennio rosso ’68-’69 delle lotte operaie e studentesche e alla crescita dei comunisti e della sinistra. A un grande movimento popolare, democratico e giovanile si rispose con le bombe. E il comportamento vergognoso degli apparati dello Stato con i loro depistaggi indignò un’intera generazione. Una data come questa andrebbe ricordata in tutte le scuole e in tutto il paese da parte delle istituzioni anche per risarcire quelle vittime delle tante responsabilità dello Stato. Per questo proponemmo come Rifondazione Comunista la data del 12 dicembre come giornata della memoria per le vittime del terrorismo. Rifondazione comunista parteciperà oggi alle iniziative di commemorazione di piazza Fontana e di Pinelli».

12 dicembre 2017


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID