Marzabotto, Acerbo (Prc): «Non solo sanzioni per il calciatore. Ecco il risultato di troppa tolleranza verso neofascisti e neonazi»

Marzabotto, Acerbo (Prc): «Non solo sanzioni per il calciatore. Ecco il risultato di troppa tolleranza verso neofascisti e neonazi»

COMUNICATO STAMPA

MARZABOTTO – ACERBO (PRC-SINISTRA EUROPEA): «NON SOLO SANZIONI PER IL CALCIATORE O LA SOCIETà, SERVE UNA CULTURA ANTIFASCISTA. ECCO IL RISULTATO DI TROPPA TOLLERANZA VERSO NEOFASCISTI E NEONAZI»

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

«L’episodio di Marzabotto va denunciato e sanzionato, così come il calciatore in prima persona e la società sportiva che rappresenta, ma non basta. Che una persona si senta autorizzata in un luogo storico e simbolico come Marzabotto ad esporre un simbolo fascista è purtroppo il risultato della tolleranza diffusa verso neonazisti e neofascisti. Noi continuiamo a chiedere che gruppi di questo stampo vengano chiusi, mentre ci pare che proprio in questi giorni i mass media facciano da cassa di risonanza alle farneticazioni e alla violenza di questi soggetti fuori dalla storia. Noi continuiamo a credere nella Costituzione e nella Resistenza e pensiamo che dal calcio alla politica, passando per le televisioni, tutte e tutti dovrebbero farlo, attivamente e non solo a parole».

13 novembre 2017


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID