Migranti, Acerbo: “Di Maio parla come un fascistello. Ormai la gara in Italia è a chi è a più a destra”

Migranti, Acerbo: “Di Maio parla come un fascistello. Ormai la gara in Italia è a chi è a più a destra”

COMUNICATO STAMPA

MIGRANTI – ACERBO (PRC-SINISTRA EUROPEA): “DI MAIO PARLA COME UN FASCISTELLO. ORMAI LA GARA IN ITALIA E’ A CHI E’ A PIU’ A DESTRA”

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, ha dichiarato:

“Di Maio parla come un fascistello. Ormai la gara in Italia è a chi è più a destra. Se il PD con Minniti mette in pratica le ricette di Salvini a suon di idranti e manganellate, il M5S fa proprio anche il linguaggio di Casa Pound e dei leghisti. Dopo i fatti gravissimi accaduti ieri, Salvini e Di Maio riescono a difendere persino il funzionario di polizia che incitava a spaccare le braccia. Siamo di fronte a politicanti senza scrupoli assai più pericolosi di quel funzionario che andrebbe sospeso immediatamente.
Per giustificare l’ignavia della giunta Raggi sulla vicenda Di Maio usa il solito slogan fascioleghista: la Raggi deve occuparsi ” prima dei romani”. Cosa oltremodo grottesca visto che la sindaca M5S nulla ha fatto – per un anno non ha nemmeno attribuito la delega – per affrontare l’emergenza abitativa dei romani come dei migranti.
Se questo è il candidato premier del M5S possiamo dire che purtroppo questo partito ha scelto definitivamente di essere una formazione della peggiore destra.
Noi domani saremo in piazza coi rifugiati, a Roma, alla manifestazione indetta dopo l’indecente sgombero e le violenze di ieri”.

25 agosto 2017

idranti_indipendenza_24ago2017stopsgomberi


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID