Libia, Prc: «Le navi devono salvare le persone, non consegnarle agli aguzzini»

Libia, Prc: «Le navi devono salvare le persone, non consegnarle agli aguzzini»

COMUNICATO STAMPA

LIBIA – GALIENI (PRC): «LE NAVI DEVONO SALVARE LE PERSONE, NON CONSEGNARLE AGLI AGUZZINI»

Stefano Galieni, responsabile Movimenti, Pace ed Immigrazione di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

«Rifondazione Comunista esprime sdegno e preoccupazione per la preannunciata missione militare in Libia che il governo si prepara a varare senza neanche una consultazione parlamentare. Navi militari che dovrebbero – secondo quanto si apprende – impedire ai gommoni carichi di richiedenti asilo di uscire dalle acque territoriali libiche, con operazioni che di fatto sarebbero di illegittimo respingimento collettivo e che renderebbero il paese complice di un crimine. Chi viene ripreso oggi dalla sedicente Guardia Costiera libica finisce infatti, come largamente testimoniato dai superstiti, in campi e centri di detenzione dove la tortura, lo stupro, il ricatto, sono il pane quotidiano. Che le navi partano sì, anche con un supporto europeo, per consentire a chi fugge di trovare riparo nei paesi dell’UE, svolgendo quel ruolo oggi ricoperto soltanto dalle navi umanitarie delle Ong».

31 luglio 2017



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID