Bonus asili nido, Prc: «Oggi parte la lotteria! Perchè il reddito non è un criterio di riferimento, per la Boschi e per il governo?»

Bonus asili nido, Prc: «Oggi parte la lotteria! Perchè il reddito non è un criterio di riferimento, per la Boschi e per il governo?»

COMUNICATO STAMPA

 

BONUS ASILI NIDO – PRC: «OGGI PARTE LA LOTTERIA! PERCHè IL REDDITO NON è UN CRITERIO DI RIFERIMENTO, PER LA BOSCHI E PER IL GOVERNO?»

 

Rosa Rinaldi, responsabile sanità e welfare di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

 

«La ministra Boschi ci informa che da oggi  “tutte le madri e i padri di bambini fino a 3 anni potranno richiedere un assegno di 1000 euro”, una norma introdotta nella legge di Bilancio 2017. La Boschi non dice però che il tetto di spesa previsto è di 144 milioni, quindi insufficiente a coprire tutte le richieste e che non è previsto nessun criterio legato al reddito delle persone.

Quindi, una vera e propria lotteria, dove ad arrivare prima non saranno quelle famiglie in stato di povertà assoluta che sono 1.619.000 censite dall’ISTAT nel suo rapporto sulla povertà della scorsa settimana, e che, come è noto, hanno minore accesso alle informazioni e ai servizi.

Perché il reddito, per la Boschi e il governo, non è un criterio di riferimento?

Perché i 1000 euro vengono erogati sia che si tratti di asili pubblici che privati, ben sapendo che la maggior parte delle strutture sono private, giacché lo Stato arretra sempre di più dall’erogazione diretta dei servizi?

Ancora una volta il governo interviene con la politica delle mance, mentre di ben altre politiche avremmo bisogno, a partire da politiche di intervento a favore di quelle famiglie e di quelle persone più povere, non di una lotteria truccata in partenza».

 

17 luglio 2017

 

gambette



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID