Sciopero, Prc: «Diritto sancito da Costituzione. Inaccettabili attacchi di Damiano, Del Rio e Renzi»

Sciopero, Prc: «Diritto sancito da Costituzione. Inaccettabili attacchi di Damiano, Del Rio e Renzi»

COMUNICATO STAMPA

SCIOPERO – PRC: «DIRITTO DI SCIOPERO E’ SANCITO DALLA COSTITUZIONE. INACCETTABILI ATTACCHI DI DAMIANO, DEL RIO E RENZI. PROBLEMI TRASPORTI PUBBLICI CAUSATI DA TAGLI, PRIVATI E CATTIVA GESTIONE»

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, e Enrico Flamini, responsabile Lavoro di Rifondazione Comunista -Sinistra Europea, dichiarano:

«Domani si metterà mano alle regole per lo sciopero nei trasporti pubblici. In questi giorni Damiano, Del Rio e l’immancabile Renzi hanno speso parole vergognose contro il diritto sacrosanto e costituzionale allo sciopero. Damiano addirittura è arrivato a dire che “i Cobas  vanno fermati”. Ovviamente nessuno dei tre ha ricordato che i lavoratori del trasporto pubblico continuano a protestare per diritti, salario e contratto, hanno scioperato cioè, anche venerdì scorso con una larghissima partecipazione, contro quelle liberalizzazioni e quelle privatizzazioni che sono la causa vera del peggioramento del servizio per i cittadini. Se la situazione dei trasporti per i cittadini è quella che è non è certo colpa dei lavoratori, bensì da tagli decisi dai governi PD e da una gestione scriteriata del settore da parte del ceto politico e dei privati. Si vuole ridurre ulteriormente la possibilità di scioperare in un settore già ampiamente regolato per creare le condizioni per la definitiva privatizzazione. Chiediamo alle forze della sinistra di costruire un fronte unitario di mobilitazione nella società e in Parlamento per opporci tutte e tutti insieme alle proposte di Damiano&c.: giù le mani dal diritto di sciopero».

20 giugno 2017

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID