Il 5 luglio a Fermo per Emmanuel, contro il razzismo fascista e contro quello ipocrita di Stato

Il 5 luglio a Fermo per Emmanuel, contro il razzismo fascista e contro quello ipocrita di Stato

Odg approvato all’unanimità durante la Direzione del Prc S.E. del 17 giugno 2017

Un anno fa, il 5 luglio veniva ucciso, nei pressi di un centro di accoglienza a Fermo, Emmanuel Chidi Nnamdi, davanti alla moglie. Emmanuel era un ragazzo nigeriano, sopravvissuto ad uno dei viaggi della morte dalla Libia che ha incontrato sulla sua strada un aggressore appartenente ad una organizzazione fascista, condannato poi a 4 anni grazie ad una ricostruzione distorta dell’accadimento.

Rifondazione Comunista aderisce alla manifestazione che si terrà nell’anniversario di tale omicidio brutale e invita militanti e simpatizzanti a partecipare in massa. La mobilitazione è convocata su precise parole d’ordine in cui il nostro partito si riconosce pienamente.

Dire no al razzismo, alla xenofobia e ad ogni forma di discriminazione

Garantire l’effettivo esercizio del diritto di asilo e di movimento contro la politica dei respingimenti e dei muri

Aprire subito canali di ingresso sicuri e legali ed evitare le stragi quotidiane di migranti

Abrogare le leggi regressive e repressive come i recenti Decreti Minniti-Orlando e la Legge Bossi-Fini

Riformare la Legge sulla Cittadinanza (Ius Soli) e sul diritto di voto a tutti gli stranieri residenti

Assicurare una accoglienza trasparente e di qualità dei richiedenti asilo (Sistema unico fondato sullo SPRAR e superamento dei Centri Straordinari)

 

Stefano Galieni (Resp. Pace, Movimenti e Immigrazione)



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID