Istat, Acerbo: «Un Paese ingiusto, giovani vittime fallimento pseudo-riformisti»

Istat, Acerbo: «Un Paese ingiusto, giovani vittime fallimento pseudo-riformisti»

COMUNICATO STAMPA

ISTAT, ACERBO (PRC): «UN PAESE INGIUSTO, GIOVANI VITTIME DI FALLIMENTO PSEUDO-RIFORMISTI»

«I dati Istat – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – confermano che le pseudo-riforme neoliberiste condivise da Pd e centrodestra su dettatura UE hanno reso il nostro paese più ingiusto e senza futuro.
Milioni di giovani sono imprigionati in famiglia perché fuori trovano solo ‘lavoretti’ e disoccupazione mentre milioni di posti sono occupati da ultrasessantenni che non possono andare in pensione.
C’è bisogno di un piano per il lavoro, della riduzione dell’orario di lavoro, di abolire la legge Fornero, di un reddito minimo garantito per i senza lavoro».

17 maggio 2017


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID