Gabriele Del Grande, Acerbo (Prc): “Mi unisco a suo sciopero della fame. Subito libero il reporter italiano”

Gabriele Del Grande, Acerbo (Prc): “Mi unisco a suo sciopero della fame. Subito libero il reporter italiano”

#iostoconGabriele #freeGabriele Il sequestro di Gabriele Del Grande da parte del regime di Erdogan è un atto gravissimo rispetto al quale il nostro governo e l’Europa appaiono troppo silenziosi. Non è tollerabile che un giornalista italiano venga fermato per giorni senza alcuna imputazione dalla polizia di uno stato che tra l’altro è anche nostro alleato della NATO. Cosa aspettano il Presidente del Consiglio, il ministro degli Esteri, il Presidente della Repubblica, lo stesso Presidente italiano del Parlamento europeo a battere i pugni per esigere l’immediata liberazione del nostro connazionale? Gabriele Del Grande è un giornalista e un regista che in mezzo alla barbarie che avanza racconta l’umanità che supera barriere e frontiere: il suo film IO STO CON LA SPOSA andrebbe proiettato ovunque. Abbiamo tutti il dovere di mobilitarci per riportare subito a casa Gabriele. A partire da questo momento mi unisco al suo sciopero della fame.
 
 Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
18 aprile 2017
freegabriele


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID