Rialto Occupato – PRC: «Raggi e assessore riaprano confronto. No allo sgombero»

Rialto Occupato – PRC: «Raggi e assessore riaprano confronto. No allo sgombero»

In queste ore tornano a circolare voci minacciose di possibile sgombero del Rialto. Di certo c’è il mancato impegno della giunta romana nel risolvere la questione sottraendosi al confronto con le realtà associative che hanno in questi anni trasformato il Rialto in un punto di riferimento per i movimenti sociali e per la cultura. 
Se la giunta pentastellata ha tentato un surreale scaricabarile rispetto al primo sgombero, la responsabilità di un secondo sgombero andrebbe ascritta interamente al M5S.
Non siamo certo tra quelli che attaccano il M5S a prescindere e in maniera strumentale ma il comportamento della giunta pentastellata a Roma nella vicenda del Rialto è davvero inqualificabile. Che un partito che ha usato i temi dei movimenti – a partire dall’acqua bene comune – per raccogliere voti sgomberi chi quei movimenti li ha fatti davvero è a dir poco cinico e meritevole di sonore pernacchie.

Altre amministrazioni comunali, come quella di Napoli, hanno da tempo risolto questioni del genere. Cosa aspettano la Raggi e il suo assessore a riaprire confronto? E Grillo, non ha nulla da dire? 

Rifondazione comunista sostiene senza riserve la battaglia del Forum dei movimenti per l’acqua e delle altre realtà sociali presenti nello stabile di Via S.Ambrogio per l’individuazione di una soluzione definitiva che salvaguardi queste preziose esperienze e sarà presente al presidio di domani mattina davanti al Rialto.

11 aprile 2017
Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
Vito Meloni, responsabile Scuola di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
rialto-occupato-polizia-2


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID