Referendum art.18: Consulta si piega ai poteri forti e impedisce al popolo di votare

Referendum art.18: Consulta si piega ai poteri forti e impedisce al popolo di votare

REFERENDUM – FERRERO (PRC – SINISTRA EUROPEA): LA CONSULTA SI PIEGA AI POTERI FORTI E IMPEDISCE AL POPOLO ITALIANO DI VOTARE PER IMPEDIRE LA LIBERTA’ DI LICENZIAMENTO. SUBITO I COMITATI PER IL SI CONTRO LA PRECARIETA’
 
Paolo Ferrero, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista ha dichiarato:
 
“La sentenza della Consulta sui referendum è un atto di sottomissione alla volontà dei poteri forti italiani ed europei ed impedisce al popolo italiano di pronunciarsi contro la libertà di licenziamento. Si tratta di una decisione gravissima perché altre volte la Consulta si è pronunciata favorevolmente all’ammissibilità di referendum che avevano un carattere assai più marcatamente manipolativo di quello bocciato oggi. Non vi quindi alcuna base giuridica per questa sentenza ma solo una cattiva scelta politica. Rifondazione Comunista è in ogni caso impegnata per il pieno successo dei referendum ammessi su voucher e appalti, in modo che il popolo bocci chiaramente le politiche che provocano la precarietà: Costruiamo immediatamente i Comitati per il SI contro la precarietà. Diffidiamo il governo da qualunque ulteriore atto manipolativo finalizzato unicamente ad impedire che il popolo italiano possa votare contro la precarietà.
……………………….
QUIRINALE: IL BORSINO DEI NOMI
Sull’ammissibilità dei quesiti consigliamo la lettura dell’articolo del prof. Luigi Ferrajoli pubblicata sul Manifesto ieri: Lavoro, il pronunciamento di domani della Consulta sarà uno dei più importanti della storia repubblicana”.

PRIVACY



Sostieni il Partito con una

o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.