Centri antiviolenza Roma: scelta barbarica da parte del M5S

Centri antiviolenza Roma: scelta barbarica da parte del M5S

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, ha dichiarato:

«L’assestamento di bilancio della Giunta Raggi contiene un risparmio di 300mila euro sulle risorse destinate ai centri antiviolenza e il Movimento 5 Stelle ha votato contro all’emendamento presentato da Stefano Fassina che a nome di Sinistra per Roma che proponeva di reintrodurre le risorse e per garantire i finanziamenti adeguati. 
Si tratta di una scelta gravissima non solo perchè in generale i tagli alla spesa sociale sono sbagliati ma perchè il tema della violenza sulle donne è di drammatica attualità nel nostro paese, con un alto numero di femminicidi che non sono altro che la punta dell’iceberg di una barbarie contro le donne che è tragicamente in crescita. Tagliare le risorse per i centri antiviolenza significa lasciare sole le donne nella situazione di massima debolezza: è una scelta barbarica da parte del Movimento 5 stelle». 

27 luglio 2016



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID