Oggi Ferrero al Brennero per protestare contro la chiusura della frontiera

Oggi Ferrero al Brennero per protestare contro la chiusura della frontiera

Oggi, giovedì 5 maggio, alle 15, Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea, sarà al valico del Brennero per protestare contro la minacciata chiusura della frontiera e incontrerà i giornalisti presso la stazione ferroviaria del Brennero, «simbolo della divisione come della riconciliazione».

«La barbarie del nazionalismo – dichiara Ferrero – che torna ad affacciarsi in Europa, è il frutto perverso delle politiche di austerità che hanno distrutto i diritti dei lavoratori e impoverito i popoli europei. Per questo contro la guerra tra i poveri che vogliono scatenare le destre razziste austriache e leghiste, contro il terrore seminato dalle politiche di austerità di Renzi e Merkel, noi proponiamo una soluzione in tre mosse: l’Europa la deve smettere di scatenare guerre che producono i profughi, la BCE non deve finanziare le banche private ma un piano europeo per il lavoro e l’accoglienza, ai profughi devono essere garantiti corridoi umanitari che permettano di fuggire dalla guerra senza rischiare la vita sui barconi».



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID