13 maggio a Roma: Un’altra politica per un’altra Europa

13 maggio a Roma: Un’altra politica per un’altra Europa

Un’altra politica per un’altra Europa

L’Europa più che vittima della crisi lo è delle sue politiche votate all’austerità e all’autoritarismo. Cambiarle radicalmente è possibile

Roma, Casa Internazionale delle Donne, via della Lungara 19

Ore 16.30 – 20.00

Introduce: Alfonso Gianni

Intervengono: Andrea Baranes, Monica Di Sisto, Roberta Fantozzi, Mauro Gallegati, FrancescoMartone, Roberto Musacchio, Riccardo Petrella, Roberto Felice Pizzuti, Stefano Rodotà, BiaSarasini, Anna Simonazzi

Conclude: Guido Viale

seguirà una cena di sottoscrizione nel giardino della Casa

45 Commenti

  1. ahah ahah ahah che grasse risate.
    Vedere i comunisti fare a chi ce l’ha più duro…i Borghezio della falce e martello.
    Congiura e Leninista, (che poi sono la stessa persona) giocano a fare i primi della classe, sempre più a sinistra degli altri.
    Sicuramente facevano i critici anche ai tempi del grande PCI…sicuramente lo consideravano troppo morbido…
    E ci giurerei che anche sul sito dello scemo del villaggio (ferrando) giocheranno a fare i dissenzienti di sinistra…ahahah
    Quelli che “anche nelle br sarebbero stati i falchi”
    Poveracci ! Sono proprio dei poveracci.
    La sinistra siamo noi PD
    il resto è teppaglia !!

    • Voi del PD non siete la sinistra del presente, ma una sinistra presenza..
      Non siete il nuovo che avanza, ma il vecchio che torna…
      Non siete al servizio del popolo, ma il popolo al vostro servizio…
      Siete voi la teppaglia del futuro da spazzare via insieme alla teppaglia del passato (Berlusconi)

  2. Cerchiamo di evitare inutili divisioni…
    Questa è l’unica possibilità di unire la sinistra.
    Dobbiamo sostenere la Lista Tsipras, e concordo con Vernaghi, Salvatore, Giacomo, Giuseppe…come giustamente dicono loro, un partito comunista da solo non andrebbe da nessuna parte, la strada giusta è quella indicata da Vendola e Migliore.
    La strada di SEL dimostra di essere l’unica politicamente percorribile a sinistra, e la Lista Tsipras ne è una conferma.

  3. piero tupac amaru

    compagno leninista stalinista su nassiriya sono totalmente d’accordo con te,perche’ l’attacco alla base italiana,e’stata un’azione di resistenza partigiana,contro una forza di invasione straniera,per cui non stavano
    difendendo la patria italia,ma facevano da reggi palle agli stati uniti,
    eppoi chi indossa una divisa il suo lavoro e’uccidere o essere ucciso,
    inoltre si e’venuti a sapere,che hanno torturato iracheni,stuprato donne,
    sparato alle ambulanze,ucciso civili inermi….e altre nefandezze…
    per cui se si va in giro a rompere le palle,prima o poi si trova qualcuno che reagisce e ti suona come un tamburo.ora dico qualcosa sulla visibilita’sui media delle liste alle europee,parlano solo di
    signori miei,mi consenta,vaffa,,,,e le altre boh…per parlare di lista tsipras,una candidata ha dovuto mettersi in bikini in spiaggia,allora
    hanno parlato del popo della signora e non del programma politico
    se per avere visibilita’sui media occorre questo..va bene..
    compagni e compagne sedere al vento e…venceremos….
    a proposito i renzinberluschigrilletti vanno in spiaggia con il pastrano
    povera italia tupac

  4. @ la congiura degli eguali (delle ore 11.37) : hai tutta la mia solidarietà, con la speranza che tu riesca a “stanare” “il signor modem”! (ora italiana : 22.05)

    • leninista-stalinista

      condivido tutto,ma riguardo a trosky era un menscevico,cambio’ partito all’ultimo momento e poi si smaschero’ nel ’24 quando si oppose alla costruzione del socialismo. Ti invito a leggere cosa diceva Lenin su troski: soffre di non ‘bolscevismo’. bakunin su Marx: ‘e’ un accentratore e non democratico’ o qualcosa del genere. per il resto io sono contento quando muore un soldato italiano o di qualsiasi nazione nato, poi il tricolore sulla tomba e’ umilante perché loro non muoiono per l’italia, i partigiani sono morti per l’italia! crimini e imperialismo su youtube un bel video!

  5. Veramente : fatti
    curareeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!

  6. Vernaghi-sez PRC Bergamo

    C’è un momento per discutere la linea del partito, (congresso), ed altri momenti per difenderne la linea uscita dal congresso , e quindi il suo segretario Ferrero.
    C’è la discussione e la votazione, più mozioni, una vince. STOP
    Chi è contro, adesso dovrebbe tacere fino al prossimo congresso. Questa è la regola.
    Ovviamente se c’è chi è del PD e si ostina a scrivere sul sito non suo, come ospite dovrebbe avere la buona educazione di muoversi in punta di piedi e senza offendere. Altrimenti vada a scrivere sulla mail di Renzi.
    In verità devo dire che anche chi sente la linea del prc lontana dalle sue convinzioni, dovrebbe astenersi dal criticare un giorno si e l’altro pure, Ferrero, i nostri militanti, la nostra linea.
    Sarebbe bene anche che pubblicamente tutti coloro che scrivono in questo sito prendessero le distanze dagli anarcoinsurrezionalisti, dal terrorismo, da quelli che hanno ucciso a Nassyria i nostri soldati (italiani).
    Se una cosa buona Bertinotti l’ha fatta, e ne ha fatte tante, è quella di prendere con chiarezza le distanze da chiunque usasse la violenza per manifestare le opinioni.Basta anche offendere Bertinotti e Vendola, sono sempre compagni, anche se hanno una visione del comunismo diversa dal prc
    A Congiura, Leninista, Tupac amaru ed altri chiedo di prendere pubblicamente le distanze dagli anarchici, nostri nemici giurati, da Pol Pot, dal terrorismo.
    Una volta fatto pubblicamente, guai a chi li accuserà di nuovo di essere conniventi. Fatelo per favore e chiudiamo questo increscioso episodio

    • leninista-stalinista

      venaghi,bakunin ideologico anarchico russo era amico con Carlo Marx, si criticavano a vicenda ma si rispettavano! I nostri nemici giurati non sono gli anarchici ma i capitalisti e i loro servi fascisti! riguardo a nassirya, i nostri ‘soldati’ erano occupanti e oppressori in territorio straniero, chi appoggia le missioni di guerra imperialista e’ degno solo dei fascisti. Chiederei’ subito l’immediato ritiro delle truppe occupanti italiane.Mi informerei meglio sulle torture d’iracheni da parte dei nostri ‘soldati’ e dei soldati usa.

    • la congiura degli eguali

      se si ha la briga di andarsi a leggere “socialisti ed anarchici” un editoriale pubblicato su l’ordine nuovo, del 20-27 settembre del 1919, un editoriale non firmato, ma scritto da antonio gramsci, si capirà che la critica sugli anarchici, non è una critica contro nemici giurati, ma una esposizione molto dettagliata sulla diversa concezione che hanno i comunisti e gli anarchici su cosa è da intendersi come “lotta di classe” e quali strumenti politico culturali saper utilizzare;, quindi giudizi frettolosi e liquidatori verso gli anarchici scaturiscono da miopia politica; e poi considerare nemici giurati dei proletari, compagni come bakunin, malatesta, sacco e vanzetti, valpreda e pinelli, sà tanto di integralismo sanfedista ammantato di rosso; sul terrorismo, condivido appieno ciò che scrive trotsky; su bertinotti e scissionisti di destra, non cambio di una virgola il mio parere, e continuo a considerarli come lenin considerava gli opportunisti, e cioè agenti della borghesia in seno al movimento operaio; su nassirya, fermo restando l’umana pietas per i morti ammazzati a causa della guerra, stò dalla parte della resistenza irachena, che legittimamente lottava contro la coalizione imperialista occupante; non si può cantare “bella ciao!” il 25 aprile in italia se poi non si ha il coraggio di sostenere la resistenza dei popoli contro l’imperialismo; questo è quello che penso, e marx invita i comunisti a dire ciò che si pensa, sfidando il pensiero dominante, e per dirla con lenin contrastando anche le convinzioni reazionarie delle masse; l’egemonia culturale gramsciana la si propaga sfidando qualsiasi opportunismo e timore di andare controcorrente; non si può essere indifferenti verso la prepotenza imperialista; “odio gli indifferenti!”, è uno degli scritti di gramsci che hanno la valenza di una scossa tellurica per fare uscire dall’atteggiamento pavido ed amorfo.

      • vernaghi - sez. PRC Bergamo

        Vi ricordo che molta acqua è passata sotto i ponti da Marx, Gramsci, Bakunin e Trotsky, adesso siamo non solo in un altro secolo ma in un altro millennio.
        Sia l’Unione sovietica che la Cina hanno fatto passi avanti e noi non possiamo far finta di nulla.
        Non siamo la retroguardia di nessuno.
        Quanto a Nassyria, vi ricordo che nel febbraio 2006 abbiamo cacciato a pedate Ferrando proprio per dichiarazioni analoghe a quelle di Leninista-Stalinista.
        Il terrorismo è diverso dalla guerra.
        Chi mette bombe sotto le caserme o sul percorso dei soldati è un criminale di guerra e non voglio sentire discorsi in difesa dei terroristi.
        Andate in Pmli o pcdl a fare questi discorsi, forse vi accolgono a braccia aperte!
        Noi della Lista Tsipras ripudiamo ogni forma di violenza, e voi (Congiura e Leninista) marcate proprio male, per i miei gusti.

        • vernaghi - sez. PRC Bergamo

          P.S.

          Scusate la fermezza, ma bisogna mettere un punto fermo.
          Altrimenti fra poco qualcuno giustificherà tutto, anche i tagliagole di Alquaeda ed i massacratori ceceni.
          No , va chiarito che noi siamo un partito per la Rifondazione del comunismo, e quindi non possiamo rifarci ai vecchi canoni di cui Congiura e Leninista si riempono la bocca.
          Quello è il vecchio comunismo.
          Noi ne dobbiamo rifondare uno NUOVO e diverso.
          Qualche spunto dal vecchio ci può stare, ma le impalcature leniniste staliniste proprio no.
          Non vogliamo affrontare con il moschetto ad avancarica gli altri partiti (leggi M5S) che portano avanti un’opposizione più tecnica e moderna

          • leninista-stalinista

            i nazisti chiamavano terroristi i partigiani, gli israeliani chiamano terroristi i palestinesi, gli americani chiamano terroristi chi si oppone al petrodollaro, gli europei chiamano ‘filorussi’ gli antifascisti ucraini,criminali di guerra sono i soldati americani che hanno ammazzato 500.000 bambini in iraq,e tutte quelle torture dei tuoi soldati nato; 1,2,3,100 nassirya come avrebbe detto il ‘Che’! mille volte meglio ferrando che ferrero!

    • cavolo e secondo te i compagni delle repubbliche popolari del donbass come si dovrebbero difendere?
      a parolacce?
      loro imbracciano il mitra e vanno in prima linea gridando “per i martiri di odessa, per i nostri veterani, per stalin!”
      ma che me ne frega a me della nonviolenza
      che quando quella barzelletta passò al congresso lo fece con una percentuale risicatissima in quanto ci furono una valanga di emendamenti.
      poi non c’è che dire il bertinottismo ci ha portato dal 9 al 3% e vendola che ne è il profeta giustamente da quel 3% non si schioda.
      nonostante la valanga di soldi e la grancassa di regime.
      sono questi i vermi da cui dovremmo prendere le distanze, non i compagni che lottano e danno il loro sangue per il trionfo dell’IDEA

      • la congiura degli eguali

        e tieni conto dell’arrogante tono del bergamasco, e della sua endemica cultura anticomunista; il bergamasco è senz’altro un moscerino, anche troppo narciso, che col petto tronfio dichiara inutile la cultura rivoluzionaria di marx, lenin e gramsci; eh si per il bergamasco il nuovo verbo è la fraseologia di coloro che hanno trasformato il prc in partito leggero, ma tanto leggero che si è afflosciato, senza spina dorsale nè muscoli per dare potenza nell’azione di lotta quotidiana; stare con la resistenza irachena è un punto fermo per chi si ritiene comunista, ed i comunisti sono da sempre solidali con coloro che lottano per sconfiggere imperialismo e fascismo; come sta avvenendo oggi in ukraina; e come avvenne nel periodo della guerra civile spagnola, tanti furono i comunisti italiani e non che si recarono in spagna per combattere in armi a fianco del legittimo governo popolare contro, il fascismo franchista; il bergamasco dovrebbe informarsi cosa erano le brigate internazionali; tra il 1936 ed il 1937, a difesa del governo repubblicano, arrivarono in spagna migliaia di volontari provenienti da varie nazioni; i volontari delle brigate internazionali, provenienti da 52 paesi dei cinque continenti, furono circa 40 mila, e circa la metà morì in combattimento; altri 5 mila uomini combatterono in unità dell’esercito repubblicano e almeno altri 20 mila lavorarono nei servizi sanitari o ausiliari; il bergamasco forse non è a conoscenza che, uno dei capi delle brigata internazionale denominata “brigata garibaldi” era luigi longo segretario del pci prima di berlinguer; provenienti dall’italia parteciparono alla guerra di spagna nella brigata garibaldi:328 anarchici, 1301 comunisti, 39 di giustizia e libertà, 56 repubblicani, 224 socialisti, 1449 di varie tendenze democratiche; grandi intellettuali dell’epoca parteciparono nelle brigate in sostegno della repubblica popolare; tra questi george orwell, che combattè nelle milizie del poum, e ernest hemingway, che scrisse reportage e romanzi; se il bergamasco leggesse di hemingway “per chi suona la campana” o “storie della guerra di spagna- la quinta colonna”, forse prima di scrivere oscenità su ferrando, ci penserebbe su mille volte.

        • vernaghi - sez. PRC Bergamo

          Io avrei una cultura endemica anticomunista?
          Sei fuori strada, anzi per la verità sei un esaltato.
          Le persone come te fanno solo male alla causa comunista.
          Per giunta sei troppo proiettato al passato, in ogni tuo post parli di gente vissuta 100 anni fa.
          Il tempo passa ma tu sei rimasto uguale, di pietra.
          La politica non è una scienza esatta, e quindi muta col tempo e con lo spazio.
          Quello che tu affermi oggi ragionando con gli schemi di ieri è sbagliato.
          Noi siamo dentro la Lista Tsipras, e spero poi nella Sinistra Europea Italiana.
          Quanto a Ferrando dove stavi nel 2006 quando lui diceva le oscenità che lo hanno fatto espellere?
          Eri distratto ?
          La disciplina di partito non è un optional.
          Altrimenti vai con gli anarchici, dove non ci sono regole, ognuno fa quello che vuole e va bene a tutti.
          Ma noi siamo Rifondazione Comunista, ovvero il comunismo moderno, applicabile alle società DI OGGI, leggi bene queste due ultime parole.

          • leninista-stalinista

            bergamo i veri Comunisti non sono come te! non esiste moderno o nuovo, e’ attuale sempre! ti aggiungo W Saddam hussein,W Gheddafi,W Bashare al-assad

          • vernaghi - sez. PRC Bergamo

            E’ evidente a tutti che siete dei provocatori.
            Probabilmente foraggiati per farci sembrare tutti esaltati come voi.
            NON LO SIAMO
            Quindi SI alla Lista Tsipras (che probabilmente voi non condividete)
            Si alla nuova Sinistra Europea.
            Il resto sono chiacchiere da bar…

          • Tu sei Vernaghi della sezione Prc di Bergamo come io sono Goffredo dell’Ordine dei Templari.

          • rispondo a Leninista qui sotto:

            W saddam Hussein (morto)

            W Gheddafi (morto)

            W Bashare al assad (aspetta un attimo…)

          • Ti sei dimenticato Sacco e Vanzetti.

          • chi ha offeso quei morti giu’ e’ un infame,criminale! modem prima o poi ti troviamo e ti appendiamo a testa in giu’, qualunque riferimento a persona e’ puramente casuale.

          • UNO.
            I COMUNISTI CHE LOTTANO CONTRO I FASCISTI IN UKRAINA PER DIFENDERE LE LORO REPUBBLICHE POPOLARI E I RIPLOClamati soviet non sono fatti del secolo scorso, ma di oggi e di domani.
            aggiorna l’armamentario nuovista/anticomunista se no astieniti. le tue tesi sono superate dagli eventi.
            due… secondo te i resistenti irakeni si macchiarono di un orrbile crimine attaccando una caserma dell’esercito occupante e peggio ancora, mettendo mine anticarro sotto i blindati con cui si rende effettiva l’occupazione.
            quel che è peggio poi, è che questi figuri pretendono di condurre una guerra, sparando ai soldati nemici…
            soldati nemici, è bene ricordarlo, che sono nella terra dei restistenti autori di siffatti gesti sconsiderati, al di fuori di un qualunque mandato ONU e delle più elementari norme del diritto internazionale.
            sono li esclusivamente in base a delle informazioni di una parte politica, rivelatesi peraltro false.
            Ora, giustamente il “compagno” vernaghi dice che questi atti criminali, non possono di sicuro essere considerati come atti di guerra legittimi.
            Bene, sarei curioso se questo novello zukoff del bergamasco ci tenesse una lectio magistralis di tattica militare e ci spiegasse in che modo sia lecito per una forza resistente, condurre una campagna militare al fine di liberare il territorio del suo paese, portando attacchi contro mezzi, strutture e personale nemico.
            non lo so…. forse sono scarso io ma anche rileggendomi a fondo klusewitchz, sun tzu, giap, paulus, guevara, non riesco a trovare alternative valide ed eticamente più accettabili a quelle condotte dalle forze di resistenza irakene(visto che a nassyria non sono stati coinvolti civili).

  7. PENSIAMO PIUTTOSTO ALLE COSE SERIE!
    ci vediamo domani.
    dalle ore 17.00 a roma, sotto la rappresentanza UE per il presidio a sostegno delle repubbliche popolari del donbass e di tutti gli antifascisti ucraini.
    Con buona pace della eva braun de noantri, alias laura boldrini!
    qualcuno si organizzi per portare un pò di nastri di san giorgio

    • la congiura degli eguali

      collegati a: giuliettochiesa.globalist.it; molto istruttivo l’editoriale “ucraina al bivio tra pogrom, inganni e bolletta del gas”.

  8. la congiura degli eguali

    una cosa è certa, i compagni della redazione hanno di che mettersi a ridere di fronte alla bile travasata dagli anticomunisti in questo sito; non si capisce per quale motivo gli anticomunisti scrivano, usando veleno e non la tastiera, sul sito di rifo; se i comunisti vengono considerati una specie giurassica e quindi impresentabili agli occhi del proletariato, perchè i moderni pensatori modaioli non scribacchiano le loro idee(????) nei siti a loro tanti affini?; è manifestazione di povertà di idee e bagaglio culturale considerare una sola persona, compagni che intervengono con argomentazioni critiche, argomentazioni che derivano da un percorso politico-militante culturale; è manifestazione di intolleranza e prepotenza, contro coloro che non hanno nessuna intenzione di rinnegare gli ideali per i quali migliaia e migliaia di rivoluzionari nel mondo, hanno lottato financo all’estremo sacrificio; nessun comunista in italia nega che l’ideale della comune di parigi attraversi un fase di enorme difficoltà, ma come dice il grande timoniere: “dobbiamo essere come le canne di bambù, saperti piegare quando vi è vento e sapere colpire quando è il momento”; il momento è probabile che si presenti quando meno te l’aspetti; gli anticomunisti si documentino su colui che è considerato il grande timoniere.

    • Tu quà sei un troll almeno quanto me.
      La distanza del PD dalla sinistra PRC è minore della tua che sei un parabrigatista dell’ultima ora, che inneggia alla strage di nassirya, al muro di berlino a pol pot ecc.
      Qualsiasi persona di sinistra, anche comunista ma con sale in zucca, inorridisce alle tue parole, fanno vomitare.
      Chi inneggia al ritorno del muro di berlino ama vedere i popoli soffrire, la fame, la miseria, la mancanza di libertà.
      Vorrei fare proprio un referendum in germania dell’est e vedere chi rimpiange la DDR…
      Dondolo, congiura, stalin-mao, leninista-stalinista, che sei sempre TU,
      (e quanti ce ne possono essere così ottusi?)
      Tu il bagaglio culturale non sai proprio cosa sia, forse pensi una valigia strana….
      Comunque tu sei più lontano dal PRC di me.
      Infatti noi ben governiamo numerose province e comuni con i compagni del prc e vi garantisco che sono MOLTO MA MOLTO più ragionevoli e meno ottusi e talebani di Dondolo.
      TU PIUTTOSTO VAI A SCRIVERE SU INDYMEDIA, DOVE TI HO LETTO ED ANCHE LI’ FAI LE CRITICHE PERCHè LI RITIENI TROPPO MODERATI (GLI ANARCHICI BALORDI)
      FATTI CURAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

      • la congiura degli eguali

        mi informerò verso il mio legale, per sapere cosa fare per denunciare il tizio a firma modem delle ore 10:26 del 12 maggio 2014; così sarà verificato in quali circostanze io abbia inneggiato in questo sito a pol pot, alla strage di nassirya e quant’altro mi si viene attribuito; forse sarà un inizio per eliminare da questo sito il marciume anticomunista; la redazione che è molto attenta e seria e onesta, conosce nome e cognome di coloro che postano nel sito, e quindi chi è cristallino non ha nulla da temere; e quindi sarà facile verificare chi ha sale in zucca e chi no; e chi dovrà poi vomitare e pentirsi per le offese contro altri.

        • la congiura degli eguali

          poi verificheremo se e quando io abbia scritto qualcosa su indimedya, sito che non ho frequentato mai; come diceva berlinguer chi ha più frecce la spunterà; e sono sicuro di spuntarla io, in quanto non ho nulla da temere.

        • Per quello che può valere hai tutta la mia più completa solidarietà. Sarebbe ora di cominciare a ripulire questo sito da certa gentaglia così arrogante, violenta, presuntuosa e nel contempo abissalmente ignorante.

          • la congiura degli eguali

            gli esseri immondi si nutrono di anticomunismo, e il loro turpiloquio è peggiore delle battute da decamerone che proliferano nel sito del prc; certo che ce ne vuole di acume per non saper capire dai contenuti dei post, che dandalo, arte del pensiero e la congiura degli eguali sono tre individualità diverse e non la santa trinità, cioè una e trina; la stoltezza reazionaria abbaglia; dandalo è molto capace ed istruito, così come lo è arte del pensiero che testimonia della sofferenza di coloro che non hanno voce e che attualmente sono privi di un punto di riferimento politico, credibile e convicente; personalmente sono lontano dalle loro capacità di sintesi, ma sono fiero di accomunarmi a loro con la stessa idealità di classe per il riscatto del proletariato e di tutti gli sfruttati; sono dell’idea che la lotta di classe la si porta avanti anche utilizzando gli strumenti della giustizia borghese, per liberarsi della prepotenza degli anticomunisti.

        • leninista-stalinista

          liberta’ di opinione e di che cosa si vuole scrivere e’ la prima cosa e nessun modem al mondo ci puo’ impedire di inneggiare a qualsiasi personaggio e luogo in un sito che si dice comuni… o almeno spero!

          • chi dice 10-100-1000 Nassyria è un criminale che lavora contro lo stato italiano ed andrebbe carcerato.
            Ma in Italia vige la libertà di opinione, per cui finchè Leninista si limita a dire scempiaggini senza muovere un dito (anche perchè non può uscire di casa) va bene.
            Inneggi pure alle stragi cecene, di alquaeda ecc, ma ATTENTO alla prima sigaretta che accendi ti mettiamo dentro e buttiamo la chiave…

  9. Alfonso Gianni, Rodotà, ecco chi vogliamo in Europa.
    Gente onesta, colta, preparata, di sinistra, ma quella sinistra buona, che ha superato il comunismo prendendone solo il meglio.
    Ovvero Solidarietà e giustizia.Pace e nonviolenza.
    Lista Tsipras per il socialismo (non reale ovvio)

    I comunisti sono pregati di accomodarsi all’uscita.
    (e di andare a ca.gare)

    • ma chi sei, piccolo coglione, che decide chi si accomoda all’uscita.
      La porta della Lista Tsipras è aperta per tutti, tranne gli sbruffoni come te.
      massimo

    • salvatore fuori da questo sito! stachanov

    • Quanta confusione in testa. Te lo dico sinceramente, non si può essere così sempliciotti.
      Se poi, per carità forse no, miri ad altro, sei un sempliciotto lo stesso.

      • Fa talmente ridere il tuo post che mi era sfuggita la tua colorita espressione “andata a c. agare). Quindi mettendo un po’ d’ ordine nei valori della tua persona:
        1) Sei un grosso sempliciotto.
        2) Sei un sempliciotto provocatore.
        3) Sei un provocatore f. esso.
        4) Sei totalmente f. esso.
        5) Mi spiace per i tuoi cari, che non hanno colpa.
        P.S.: Sono pentito di aver perso tempo a rispondere ad un post totalmente c. retino.

        • la mia incazzatura e quindi l’invito ad andare a g… è dato dal fatto che i comunisti talebani (non quelli ragionevoli) hanno messo i bastoni tra le ruote della sinistra in italia.
          Qualsiasi passo avanti, qualsiasi piccolo miglioramento, aggiornamento, emancipazione, è stato ostacolato con tutte le forze da gente ottusa e gretta, attaccata con le unghie ad un passato remoto che non tornerà più.
          Queste persone, tipo congiura ed i suoi sinonimi, hanno sgretolato e polverizzato la sinistra italiana.Per giunta prendendo di mira come nemici pubblici coloro che hanno lavorato per il bene della sinistra (bertinotti-vendola-landini)
          Se in italia questa gente, pur avendo l’1%, MA FA CHIASSO E SCHIAMAZZI COME 100, nelle odiose manifestazioni dei centri sociali e dei cobas, ci fa tanta di quella contropubblicità, che ci odiano tutti !!
          GRAZIE GRAZIE vetusti ed antichi compagni.
          Berlusconi, la mafia, la camorra, la burocrazia, la disoccupazione VI RINGRAZIANO !!

          • salvatore sei un parassita della societa’! W STACHANOV EROE DEI LAVORATORI SOVIETICI ED ESEMPIO DI SOCIALISMO!

          • Tu non devi vendere come comunisti 4 o 5 str.. che per svariati motivi (anche psicologici) imperversano qua e là. I comunisti sono un’ altra cosa. Certo tutti noi comunisti speriamo che i miglioramenti arrivino per via non cruenta, ma se tu, in maniera non semplicistica, analizzi quello che sta succedendo nel mondo, purtroppo, non è affatto detto, che tutto, nei prossimi decenni, avverrà solo per miglioramenti progressivi. E se tu cercherai di analizzare quello che sta avvenendo nel mondo ed in Europa, con dati veri, di punti di vista molteplici, capirai che tegole, e non per colpa dei comunisti, potrebbero (e purtroppo ci sono molte probabilità) cadere sulla testa dei nostri figli e dei loro figli. E ripeto, e non per scelta dei comunisti, non è detto, purtroppo, che ciò che avverrà nei prossimi decenni, avvenga in maniera non cruenta. E non sarà per scelta dei comunisti. Certo la storia di questo secolo non avverrà nelle forme del secolo scorso. Ma sta tranquillo, i partiti comunisti nel mondo, grandi e piccoli, belli e brutti, sono centinaia ed esistono da oltre 160 anni (forse unico caso) e continueranno ad esistere. E sai perché? Perché le grandi idee, le grandi utopie (religiose e non), necessarie per dare senso alla vita umana esistono e durano nei secoli. E’ un semplice dato di fatto, storicamente tangibile. Io ti consiglio di darci piano con il nuovismo modaiolo.

    • vi invito a visitare e leggere gli articoli del sito; stachanov.blog e’ interessante e racconta la verita’ su molte cose anche attuali come la crisi ucraina.

    • tu puzzi di SALVATORE GIULIANO …salvatore

    • Da micromega:

      L’ultima identità conosciuta della sinistra è stata la questione morale. Dopo quel Berlinguer (perché vi fu anche il Berlinguer corrivo, del compromesso storico e della solidarietà nazionale) solo la lenta dissipazione di una grande eredità (Occhetto avrebbe potuto fare della Bolognina l’occasione per la creazione di un ‘partito azionista di massa’ ma preferì restare irretito nelle logiche di apparato che, soprattutto con D’Alema e Napolitano, volevano impedire l’irruzione della società civile nella costruzione del partito).

      Il processo di harakiri della sinistra ha una sua data di compimento, il 15 novembre 2013, quando il Fatto Quotidiano pubblica nel suo sito la registrazione di una telefonata (risalente a tre anni prima) di Nichi Vendola con Girolamo Archinà. “Io e il mio capo di gabinetto abbiamo riso per un quarto d’ora”, e giù altre sghignazzate con il braccio destro dei Riva. Se un brandello di questione morale, uno scampolo di sinistra, fosse esistito ancora, avrebbe costretto Vendola all’istante a ritirarsi in convento. Che il governatore non lo abbia fatto non stupisce: chi è capace di quella sghignazzata ha perso la cognizione della decenza.

      Ma gli altri? I parlamentari e dirigenti del partito, i delegati al congresso che lo hanno applaudito e riconfermato, i militanti che non lo (li) hanno preso/i (metaforicamente, si intende) a calci? Si sono fatti complici. La logica dell’appartenenza contro ‘la verità è rivoluzionaria’. La questione morale, per i nemici si invoca, per i ‘nostri’ si interpreta? MicroMega non ci sta.

    Registrati per ricevere gli aggiornamenti e la Newsletter

Replica a giacomo Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 9 = sessanta tre

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID